Categoria: rasta

dub mixtapes-1991/1997-complete collection

dubmixtapes

dj.dubmasterspillus

Annunci

Rasta Rice With Peppers

CIMG7280  A proposito di cibo sano e naturale i Rastafari sono sicuramente dei precursori.  Sin dalla sua nascita, negli anni 30 del 900,  il movimento Rasta sceglie un’alimentazione non artefatta,  anche come forma di resistenza all’omologazione e all’appiattimento culturale. E’ una cucina semplice e salutare denominata Ital (rielaborazione dell’inglese vital) che rifiuta il cibo prodotto industrialmente origine  di ogni sorta di impoverimento, come rileva lo scrittore  giamaicano Horace Campbell: “...Lo stato coloniale o neocoloniale (in Giamaica) non si era mai occupato di diffondere una dieta bilanciata tra la gente…Molto tempo prima che la qualità dell’alimentazione venisse messa al centro dell’attenzione delle società occidentali, i rastafari denunciavano l’alto contenuto di additivi presente nei cibi importati e insegnavano ai loro fratelli il valore dei raccolti autoctoni e la loro importanza nella preparazione dell’Ital Food…Costretti a vivere con il minimo necessario, i rasta ricercarono una dieta che assicurasse loro un’esistenza sana, consapevoli di non poter contare sulle strutture d’assistenza medica e si preoccuparono di apprendere i rudimenti erboristici e riposero grande cura nel preparare cibi che garantissero un buono stato di salute.” (Horace Campbell “Resistenza Rasta” Shake Edizioni, 2004).

  Ovviamente la musica scelta per questa ricetta non poteva che essere di un artista rasta: Augustus PabloKing Tubby Meets Rockers Uptown ( Lp vinyl, Yard Music, Jamaica 1976).CIMG7293                                                                              ingredienti  (di origine biologica):

-riso superfino gange integrale
-peperone rosso
-peperone giallo
-peperone verde
-carota
-pomodoro fresco
-fagioli borlotti freschi
-peperoncino piccante
-prezzemolo
-lattuga romana/songino
-curcuma
-olio extravergine di oliva
                                                                                             -tamariCIMG7284
-preparazione:
  Cuocere il riso con la carota tagliata a dadini. Sgranare i fagioli e cuocerli  separatamente. Mettere una foglia di salvia e alloro nell’acqua. A  metà cottura del riso aggiungere i peperoni tagliati a strisce e continuare con il coperchio sulla pentola. Nel mentre spellare e  tagliare a pezzetti un pomodoro fresco in un piatto da insalata (il cuore di bue è il più indicato) e appena pronti, dopo un piccolo riposo,  versarvi il riso e i fagioli perfettamente asciutti. Condire con l’olio extra vergine e la curcuma, quindi aggiungere il prezzemolo ben tritato, tamari e peperoncino a piacere, un ingrediente alla volta mescolando con cura ogni volta. Completare con la lattuga romana tagliata molto fine o in alternativa il songino. La romana è dolce il songino è leggermente più amarognolo. Se ben preparato i tre colori della cultura Rastafari giallo, rosso e verde eromperanno dal piatto. Sono colori simbolici presenti nelle bandiere di molte nazioni africane come l’Etiopia, la terra promessa di Zion e patria dell’imperatore Hailè Selassiè il Ras Tafari che ha dato origine alla cultura Rasta negli anni 1930 su indicazione del leader giamaicano Marcus Garvey. Il giallo rappresenta l’oro, le richezze dell’Africa, il rosso è il sangue versato dagli schiavi deportati e il verde è la terra, la natura. La presente ricetta gioca semplicemente sui tre colori della bandiera Rasta accostando ingredienti, ben presenti nella cucina Ital,  nelle varie gradazioni: i gialli oro del riso colorato dalla curcuma, del peperone giallo, dell’olio e delle carote, i rossi del pomodoro, del peperone rosso e del peperoncino, i verdi del prezzemolo, dell’insalata e del peperone verde.
  Augustus Pablo– (Horace Swaby, 1954-1999 Giamaica) All’inizio della sua carriera, verso la fine degli anni 60 del 900, era un teenager prodigio capace di suonare qualsiasi tastiera compresa l’umile melodica, che eleverà da strumento giocattolo da ora di musica nelle scuole dell’infanzia a tastiera di rango e voce solista della maggior parte delle sue composizioni, caratterizzandola con un suono profondamente spirituale  ed estatico. Il suo tipico stile contemplativo e l’innata  capacità di creare infinite e vorticose melodie  portano Pablo a collaborare con tutti i migliori produttori giamaicani primo fra tutti King Tubby il mago del suono che inventò la musica Dub. La sensibilità musicale di Pablo e Tubby raggiunge l’apice nel disco King Tubby Meets Rockers Uptown una raccolta di maestose e imponenti tracce strumentali, ritmi massicci, echo vaganti e fluttuanti, magici giri di basso, inossidabili melodie, epiche sezioni fiati ed ineguagliata  perizia tecnica.
  Il Rockers reggae è lo stile ritmico emerso a metà degli anni 70 appunto con queste registrazioni.  Prima il ritmo imperante nel reggae era l’One Drop ovvero l’accento di cassa e rullante sulla terza battuta delle quattro a disposizione. Il Rockers style enfatizza tutti i 4/4 accentuando la seconda e la quarta battuta del ritmo. Gli esponenti principali di questo stile sono la coppia Sly Dunbar, batteria, e Robbie Shakespeare, basso e naturalmente Augustus Pablo che chiamò Rockers International una delle sue etichette discografiche e Rockers Hi Fi il sound system che gestiva con il fratello.
La spiritualità e la devozione alla religione Rastafari sono  onnipresenti nelle composizioni e nelle copertine dell’artista giamaicano. Di frequente Haile Selassie Ras Tafari è accreditato come il produttore dei suoi dischi. Un buon impianto con un sacco di watt capace di gestire  la grandiosità dei bassi e la spazialità  del suono sarebbe raccomadato ma anche con un paio di cuffie e un  lettore ipod il disco non perde il suo fascino e resta  un ineguagliato  monumento anche dopo quasi 40 anni.
  Horace Campbell- (Montego Bay, Jamaica) scrittore e professore di Studi Afro-Americani e scienze politiche all’Università di Syracuse (U.S.A.).
   Alcuni suoi libri:
-Reclaiming Zimbawe: The Exhaustion of the Pattriarchal Model of Liberation (Africa Word Press, 2003)
-Pan Africanists and African Liberation in the 21th Century (New Academia Publishers, 2006)
-China in Africa: challenging US global hegemony (Pambazuka Press, 2007)
-Rasta and Resistance: From Marcus Garvey to Walter Rodney (Hansib Publications, 1985)