Stufato Lunare di Sun Ra

Questa è la ricetta di Sun Ra descritta nella biografia Space Is The Place-La vita e la musica di Sun Ra“: di  John Szwed (minimum fax 2013).

Sun Ra era vegetariano “…e la sua cucina, così come la sua musica, era personalizzata, spirituale e misteriosa. Il suo piatto forte era lo Stufato Lunare, un mix di peperoni verdi, cipolla, aglio, patate, gombo (okra), pomodori e pannocchie di granturco. Quando è preparato a regola d’arte, spiegava, si sentiva il sapore di ogni singolo ingrediente. Una volta gli chiesero la ricetta per un libro di cucina scritto da musicisti, ma lui avvertì gli autori che non c’erano dosi fisse e che gli ingredienti necessari erano sincerità e amore, per non parlare della capacità di accendere il fuoco con l’intensità psichica:Non si può dire: “Un cucchiaino di questo, un cucchiaino di quello”. Come i musicisti, si improvvisa. E’ come trovarsi su di un piano spirituale, si aggiungono le cose giuste senza sapere perchè. Viene a meraviglia quando lo fai così. Se ci rifletti, non funziona. (pag. 241)
Dubplates segue scrupolosamente i preziosi consigli di Sun Ra e propone la sua versione dello Stufato Lunare accompagnato, naturalmente, dalla musica del musicista spaziale, un disco scelto accuratamente dalla sua vasta discografia:

SUN RA AND HIS INTERGALACTIC INFINITY ARKESTRA The Night Of The Purple Moon” (Vinyl LP, Thoth Intergalactic Records, USA 1970)  Non dimenticare che queste ricette hanno tutte una variante o una opzione nel caso di intolleranze, scegliere o eliminare gli ingredienti in base alle proprie esigenze e a quelle degli eventuali commensali. Seguirne attentamente la successione. Non è un problema se dimenticate un ingrediente, usate quello che avete in casa e sperimentate.
ingredienti  (di origine biologica):
-patate
-zucchine
-carote
-melanzana
-peperone verde, peperone giallo
-pomodori
-ocra
-aglio
-cipollotto rosso
-zenzero
-olive della riviera ligure
-olio extravergine di oliva
-salsa di soia
-origano
-peperoncino piccante (preferibilmente fresco)
-spezie lunari
-alloro
-salvia
-menta
-semi di girasole
CIMG6907-preparazione:
Lavare, mondare, tagliare la verdura a pezzi regolari e metterla in una capiente padella con acqua, spicchi di aglio, zenzero, alloro e salvia. Anche ai pomodori è preferibile levare la buccia. Le carote vanno tagliate a pezzi più piccoli dato che il loro tempo di cottura è più lungo. Il cipollotto va sempre lasciato intero e messo al centro. Mettere sul fuoco, aggiungere poco sale integrale, portare ad ebollizione e continuare a fuoco il più basso possibile. Le verdure dovrebbero essere cotte in una ventina di minuti, l’acqua non deve asciugarsi del tutto e mescolare solo un paio di volte:  lo stufato non deve diventare una poltiglia indistinguibile, quindi regolarsi di conseguenza. Cinque minuti prima di spegnere il fuoco aggiungere le foglie di menta, poi una manciata di olive e infine l’origano. L’olio, la salsa di soia e i semi di girasole vanno aggiunti solo a fuoco spento dopo un piccolo riposo. Servire assieme a riso, cous cous o come contorno.  David Toop a proposito di Sun Ra: …L’America, in particolar modo, è disseminata di eccentrici, visionari, teorici della cospirazione e di isolati imbecilli che si consacrano capi spirituali di chiese per corrispondenza, disseminano filosofia sui flussi di energia di una follia trasmessa direttamente da ufo di passaggio, predicendo la fine del mondo e un ritorno all’età dell’oro. Qual era la diversità di Sun Ra? In parte risiedeva nella sua umoristica autocoscienza. In una delle sue canzoni orecchiabili piene di ironia. Ra affermava che la fine del mondo era già avvenuta e superata, cosicchè lui sapeva come cavarsela con le regole della faccenda apocalisse.  Sotto altri punti di vista, coincideva con il suo personaggio: un profeta popolare che univa una conoscenza autodidatta con un folle patchwork di profonda saggezza, sproloquio e glossolalia. La musica racchiudeva tali contraddizioni: un momento su Saturno e il successivo di nuovo sulla Terra, in un locale “burlesque” di Chicago. Questa divergenza irrazionale era sconcertante per i compositori europei, mistici e intellettuali, come Karlheinz Stockhausen che espresse il suo entusiasmo su “Melody Maker” nel 1971, dopo aver visto Sun Ra esibirsi: “e vi dico che i primi venti minuti sono stati musica sperimentale d’avanguardia di prima qualità che è impossibile catalogare in alcun modo. Era così incredibilmente asimmetrica!…Ma a questo pezzo ha fatto seguito un pò di musica insulsa da saloon. Quel genere di musica per film da quattro soldi”. (daOceano di Suono-Discorsi eterei, ambient sound e mondi immaginari” David Toop (Costa & Nolan 1999).
 Forse il compositore tedesco si riferiva a “canzonette” come la splendida Love In Outer Space presente in versione strumentale in The Night Of Purple Moon … o a quelle ancora più “insulse” del doppio CD The Singles (Evidence Records, USA 1996) la raccolta di tutti i 45 giri pubblicati dalla Saturn Research, l’etichetta personale di Sun Ra. Fantascienza, viaggi spaziali, segregazione razziale, antico Egitto, musica Jazz-Elettronica-Sperimentale-Lounge-da bordello o saloon. Doo Wop, musica per film e telefilm science-fiction immaginari da quattro soldi, Afro-Futurismo, Pan Africanismo e Tribalismo, Astronomia e Cosmologia, i contatti tra antichi Egizi e Alieni, la Bibbia, Il Libro Tibetano dei Morti, i fumetti e la fantascienza black…Per chi volesse approfondire la conoscenza di uno dei più importanti e seminali musicisti del 1900, a parte la vasta discografia, c’è l’imprescindibile libro di  John F. Szwed “Space Is The Place-La vita e la musica di Sun Ra” (minimum fax 2013). CIMG6711                                                                                                        
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...